Cerca
Close this search box.

Oltre la prestazione

Nella frenetica corsa della vita moderna, dove spesso ci si trova immersi in una cultura del risultato e del successo, è facile dimenticare l’importanza di guardare oltre la superficie, di apprezzare e riconoscere il vero sforzo dietro ogni prestazione. Questo concetto si rivela fondamentale sia nell’ambito lavorativo che familiare, dove la sincerità e l’impegno autentico spesso vengono oscurati dall’attenzione quasi esclusiva ai risultati tangibili.

Risultato vs Impegno

Un episodio toccante che illustra questa lezione di vita è quello vissuto da un padre premuroso molti anni fa. In un caldo giorno estivo, si trovava con il figlio Justin in un campeggio scout. La prospettiva di vedere suo figlio partecipare a una lezione di tiro con l’arco era motivo di preoccupazione, considerando la sua fragilità dovuta a una lotta quotidiana contro la fibrosi cistica. Nonostante le incertezze, Justin e i suoi amici si avventurarono nel mondo del tiro con l’arco, determinati a guadagnarsi il distintivo di merito.

Il padre osservava con il cuore in gola mentre il gruppo si preparava per il test. Con un misto di ansia e speranza, pregava che suo figlio non venisse umiliato da quell’esperienza. Dopo ore di attesa, Justin tornò lungo il sentiero, il volto illuminato da un sorriso radioso. «Papà!», esclamò con gioia, «ho ottenuto il distintivo! Ho centrato il bersaglio, anche se era sull’obiettivo accanto al mio. Ma ho centrato!».

Questo risultato, apparentemente modesto, si trasformò in una vittoria straordinaria grazie alla gentilezza e all’empatia dell’istruttore di tiro con l’arco. Egli aveva visto oltre la prestazione fisica e aveva riconosciuto l’enorme sforzo e il coraggio di Justin. Invece di sottolineare l’errore nel bersaglio, l’istruttore aveva elogiato il suo impegno sincero. Questo piccolo gesto di gentilezza aveva un significato enorme: aveva rafforzato la fiducia di Justin, dimostrandogli che il suo sforzo era apprezzato, indipendentemente dal risultato finale.

Risultati non perfetti

Questo racconto incarna l’essenza di ciò che significa vedere oltre la prestazione. Troppo spesso, siamo rapiti dai numeri e dai risultati misurabili. Al lavoro, ci concentriamo sulle cifre di vendita, sui report finanziari e sulle valutazioni del rendimento, trascurando le persone dietro questi dati. Nelle relazioni familiari, ci aspettiamo risultati perfetti dai nostri cari, dimenticando che il vero amore e l’affetto risiedono nella comprensione e nell’accettazione reciproca, anche quando le cose non vanno come previsto.

Imparare a vedere oltre la prestazione richiede empatia e consapevolezza. Significa riconoscere il coraggio di chiunque si sforzi, anche quando il risultato non è perfetto (vedi E se poi non vinco?). Riconoscere e apprezzare il vero sforzo significa riconoscere il coraggio di chiunque si sforzi, anche quando il risultato non è perfetto. Questo approccio può creare un ambiente di lavoro più sano, dove i dipendenti si sentono valorizzati per i loro sforzi e non solo per i risultati ottenuti. Nelle relazioni familiari, può costruire legami più forti basati sulla comprensione, sulla pazienza e sulla gratitudine per l’impegno sincero.

Il racconto di Justin e del suo distintivo di merito nel tiro con l’arco ci insegna una preziosa lezione: non dobbiamo mai sottovalutare l’impatto del riconoscere il vero sforzo dietro ogni prestazione. Nell’ambito lavorativo e familiare, vedere oltre la prestazione ci permette di coltivare relazioni più genuine, basate sulla sincerità e sull’apprezzamento reciproco. E in un mondo che spesso si concentra solo sui risultati, questa capacità di vedere il vero sforzo può fare la differenza, trasformando le esperienze quotidiane in momenti di connessione umana e di crescita personale.

Credits: Foto di 27707 da Pixabay

•  •  •

Condividi:

Sergio Zicari

Sergio Zicari

Autore di numerosi libri sulla comunicazione e il marketing delle aziende, del terzo settore e delle libere professioni. Per molti anni è stato manager, formatore, consulente per imprese profit e non profit. È Responsabile della Comunicazione del Gruppo Comunità Etica e Caporedattore di CambiaMenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Meno recenti
Più recenti Più votati
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti
Vittoria Angela Licari c
Vittoria Angela Licari c
5 mesi fa

Concordo su tutto, parola per parola. La cosa più difficile, almeno per me, è però guardare oltre la prestazione quando sono io a mettermi in gioco.

Articoli Correlati

Language

La Casa del Social Journalism

Contatti

Scrivi o invia un comunicato stampa alla redazione

Newsletter

Resta aggiornato ogni settimana sui nostri ultimi articoli e sulle notizie dal nostro circuito.