Cerca
Close this search box.

Chi è il Vero Colpevole? Benjamin Abelow e la Complessità delle Responsabilità nel Conflitto Ucraino

Benjamin Abelow, un americano che ha lavorato a Washinton D.C.,  racconta le motivazioni che hanno provocato la guerra in Ucraina cercando di capire se le responsabilità, come riportato dalla narrazione ufficiale, siano solo di Putin o ci siano ragioni più profonde e lontane nel tempo.

Il libro scritto da Benjamin Abelow “Come l’Occidente ha provocato la guerra in Ucraina[1] presenta delle analisi che dovrebbero essere conosciute per poterci fare un’opinione più oggettiva e disincantata su quanto sta accadendo.

La domanda cardine è chi sia il vero responsabile del ritorno della guerra in Europa.

Secondo il mantra della narrazione occidentale vi è un unico colpevole: Vladimir Putin che avrebbe invaso l’Ucraina senza alcuna motivazione se non quella di espandere con la violenza il dominio della Russia.

Nel suo libro Abelow sostiene, con moltissima documentazione indiscutibile, che la narrazione occidentale è inesatta e per certi aspetti è agli antipodi della verità.

La causa sottesa alla guerra non risiede nello sfrenato espansionismo di Putin o nelle follie paranoiche degli strateghi militari del Cremlino, ma nella trentennale storia di provocazioni alla Russia da parte dell’Occidente, cominciate durante la dissoluzione dell’Unione Sovietica e continuate fino all’inizio del conflitto attuale.

Le principali provocazioni, a volte dei soli Stati Uniti, a volte unitamente agli alleati europei, sono, secondo Abelow, le seguenti.

  • Hanno allargato la NATO di oltre 1600 chilometri verso est, spingendola fino ai confini della Russia e ignorando così le rassicurazioni precedentemente date a Mosca.
  • Si sono ritirati unilateralmente dal trattato sui missili antibalistici (ABM) e hanno collocato sistemi di lancio antibalistici nei paesi NATO di recente adesione.
  • Hanno contribuito a preparare, o forse direttamente istigato, un golpe armato di estrema destra in Ucraina che ha sostituito un governo filorusso eletto democraticamente con uno filoccidentale non eletto.
  • Hanno condotto innumerevoli esercitazioni militari della NATO vicino al confine con la Russia.
  • Hanno affermato, senza che vi fossero pressanti necessità strategiche, e incuranti della minaccia che una tale mossa avrebbe rappresentato per la Russia, che l’Ucraina sarebbe diventata un membro della NATO.
  • Si sono ritirati unilateralmente dal trattato sulle forze nucleari a raggio intermedio, aumentando la vulnerabilità russa a un primo attacco statunitense.
  • Hanno armato e addestrato l’esercito ucraino mediante accordi bilaterali e tenuto regolari esercitazioni congiunte di addestramento militare all’interno dell’Ucraina.
  • Hanno indotto la leadership ucraina ad assumere una posizione intransigente nei confronti della Russia, esacerbando la minaccia verso la Russia ed esponendo l’Ucraina alla ritorsione militare russa.

Tutto viene spiegato utilizzando materiale storico di provenienza occidentale, fonti sicure non fake news.

Non per questo l’invasione Russa è da considerarsi legittima, ma se ci affidiamo solo alla narrativa ufficiale dell’Occidente e alla disinformazione tipica di ogni guerra, rischiamo di capire, quando forse non ci sarà più tempo, a chi convenisse questa sporca guerra che sta distruggendo l’Ucraina.

Un libro di poche pagine, con un linguaggio semplice e comprensibile  che tutti dovrebbero leggere per poter decidere poi liberamente chi porta la maggior parte delle responsabilità.

Credits: Foto di Enrique da Pixabay


[1] https://fazieditore.it/catalogo-libri/come-loccidente-ha-provocato-la-guerra-in-ucraina/

•  •  •

Condividi:

Picture of Giacinto Cimolai

Giacinto Cimolai

Friulano. Fondatore del progetto sociale che fa riferimento all’associazione Comunità Etica.
Dal 2017 si dedica alla promozione e allo sviluppo di questo progetto, promuovendolo in Italia e all’estero.
Fondatore e responsabile del progetto di Tutela Legale Etica che si propone di difendere tutti coloro che sono afflitti dal Debito.
Presidente di ConfimpresaItalia-Friuli
Presidente della Cooperativa OPES.
Presidente Regionale per il Friuli Venezia Giulia dell’associazione di promozione sociale A.N.A.S.
Nel 2022 fonda la testata giornalistica CambiaMenti, di cui è direttore editoriale.
Ha pubblicato quattro libri

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Meno recenti
Più recenti Più votati
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti

Articoli Correlati

Language

La Casa del Social Journalism

Contatti

Scrivi o invia un comunicato stampa alla redazione

Newsletter

Resta aggiornato ogni settimana sui nostri ultimi articoli e sulle notizie dal nostro circuito.